IL Mattei a MADE EXPO 2023

Di Alessandro Pracilio, Maria Vittoria Pullano e Antonio Angileri

Video di  Biscioi Zakhari

Nella mattinata di giovedì 16 novembre noi ragazzi di 3BTL, insieme ad altre classi del settore tecnologico, siamo andati a visitare la mostra MADE EXPO a Rho Fiera.  MADE EXPO è la principale fiera italiana, ed una delle principali in Europa,  per il mondo dell’architettura, del design e dell’edilizia;   si tiene ogni due anni a Milano, nel quartiere espositivo Fiera Milano-Rho.  Nel 2023 l’evento ha raggiunto la sua undicesima edizione. Questa esposizione si è consolidata come strumento fondamentale per le aziende nazionali ed estere interessate a  sviluppare il proprio business nel settore.

Per noi MADE EXPO  è stata come un’immersione straordinaria nel mondo dell’architettura e dell’innovazione, che ci ha offerto  una panoramica affascinante delle ultime tendenze.

Una volta entrati in fiera, abbiamo esplorato gli stand di due padiglioni: c’erano moltissime ditte del settore, anche estere (soprattutto cinesi), e ognuna di queste presentava i suoi prodotti, che andavano dai pavimenti alle impalcature, dai tetti alle botole, dai serramenti ai pannelli solari.

Abbiamo chiesto informazioni riguardo ai prodotti venduti e alle attività svolte: in questo modo abbiamo anche ricevuto i GADGET che le aziende distribuivano gratuitamente.

La maggior parte delle imprese presenti in fiera sono attente all’ ecosostenibilità e realizzano i loro prodotti  con materiali riciclati o a basso impatto ambientale.

Tra le moltissime aziende, quelle che hanno catturato di più la nostra attenzione e  suscitato la nostra curiosità sono le seguenti:

  • Ligna Construct, ditta che costruisce case prefabbricate in legno e produce elementi costruttivi in legno come pareti, solai e tetti; l’elemento centrale nel settore delle costruzioni  è la consolidata parete in legno massiccio senza colla chiamata bio-xlam.
  • Il Gruppo Wolf, che è specializzato nella realizzazione di edifici prefabbricati in legno e legno-acciaio.
  • Bazzicca – ICF Italia, che è un innovativo sistema costruttivo a pareti portanti che garantisce la realizzazione di edifici antisismici, a basso consumo energetico e ad alto isolamento acustico.
  • EDAM SRL, che è una società di servizi specializzata nella gestione delle emergenze in situazioni ad alto rischio, in presenza di sostanze infiammabili, cancerogene o esplosive; offre servizi di bonifica ambientale, manutenzioni speciali di impianti produttivi, demolizioni totali, parziali e selettive, ripristino edile e deumidificazione.
  • Novowood: si tratta di un particolare legno composito creato con materie prime rigenerate alle quali viene donata una seconda vita. Grazie alle molteplici colorazioni e finiture, Novowood viene utilizzato sempre più spesso come vero e proprio elemento di design, sposando alla perfezione funzionalità ed estetica.
  • Vanin, che produce  persiane in legnomonoblocchi per l’isolamento termico e acustico del vano finestra.
  • RECO2, la startup che si dedica allo sviluppo e alla produzione di materiali edili innovativi e sostenibili per la bioedilizia attraverso l’applicazione dell’economia circolare. L’approccio nell’edilizia è basato sul riutilizzo di scarti industriali destinati a finire in discarica. Grazie alla loro tecnologia brevettata, trasformano scarti come quelli metallurgici, scarti di cava e vetro riciclato in materiali da costruzione ceramico-cementizi, garantendo il massimo rispetto per l’ambiente.   
  • Saint-Gobain, un gruppo industriale francese che concepisce, produce e distribuisce materiali per l’edilizia. Oggi è inserita nel Global 100, l’indice delle cento multinazionali più sostenibili. Circa il 30% del fatturato di Saint-Gobain deriva infatti dai sistemi e dalle soluzioni per il risparmio energetico e per la protezione dell’ambiente.

L’esperienza nel complesso è stata positiva: ci siamo divertiti e contemporaneamente informati sui materiali che useremo nel nostro futuro professionale e sulle possibili soluzioni smart per il building.

L’uscita didattica è stata davvero formativa;  siamo riusciti a  raccogliere molti dati riguardanti aziende nazionali ed estere ed i loro prodotti: tutto ciò è stato  interessante ed utile, perché coinvolge anche il nostro futuro lavorativo. Il percorso attraverso le esposizioni di MADE EXPO è stato come un viaggio nel futuro dell’architettura; dalle soluzioni sostenibili alle tecnologie all’avanguardia, ogni stand ha rappresentato un tassello importante nel puzzle dell’evoluzione del comparto. La dedizione delle aziende alla sostenibilità e all’innovazione ci ha colpiti profondamente. La fusione di design estetico e funzionalità avanzata ha suscitato in noi un senso di ammirazione per l’impegno nel ridefinire i limiti dell’architettura moderna.

In generale, l’esperienza al MADE EXPO è stata quindi coinvolgente, perché ogni passo nei corridoi della fiera ha significato per noi un nuovo spunto di riflessione e una nuova fonte di ispirazione. La diversità delle aziende rappresentate ha evidenziato la ricchezza e la complessità del settore, mentre l’interazione diretta con gli esperti  ha arricchito la nostra comprensione delle sfide e delle opportunità che l’architettura moderna offre.  In conclusione MADE EXPO è stata molto più di una semplice esposizione: è stato un viaggio attraverso l’innovazione ed il progresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *