Parini al giorno d’oggi.

degli alunni della IV BTL

Podcast: voce di Giulio Bianchi 3ASIA, coordinamento artistico prof.ssa Paola Torre

Gli alunni della 4BTL, guidati dal prof. Giacomo Maiocchi, hanno riscritto in chiave moderna Il Mattino, tratto dal Giorno di Giuseppe Parini.

Buongiorno signorino è ora di alzarsi, il sole alto sta illuminando la sua persona poiché è quasi mezzodì ed è il momento di levarsi dal letto. Vedo che stamane si è svegliato prima del solito, forse entrava troppa luce nella stanza, magari il sole si potesse spegnere per permetterle di riposare. 

La colazione sarà servita tra mezz’ora, dovrà rendersi presentabile, ma prima che ciò avvenga, le chiedo gentilmente se potesse dedicarmi cinque minuti del suo prezioso tempo. So che posso essere come una spina nel fianco, ma sarei onorato di rallegrare il suo dolce far niente. Le insegnerò qualcosa per riempire il suo tempo, ma non dovrà prendere le mie parole come un obbligo, perché se non vorrà ascoltarmi, sarà libero di fare altro. Allora pensi al caro muratore, si alza dal letto prima del sorgere del sole per trasportare i sacchi di cemento utilizzati per costruire palazzi come quello in cui lei vive. Porta a casa un misero stipendio per sfamare la moglie e i suoi figli che si dovranno alzare quando lei si corica nel suo caloroso letto per raggiungere la scuola su un affollato mezzo pubblico. Lei signorino è già affaticato a sentire le mie parole, non si preoccupi, queste attività popolari non le riguardano, non è certamente questo il suo mattino signore. 

La domestica ha già portato i vestiti che deve indossare. Oggi la cuoca le ha preparato il suo piatto preferito come richiesto da lei ieri sera. 

Volevo ricordarle che nel meriggio avrà un appuntamento con i suoi amici in piscina, l’aperitivo è già stato preparato. Giungerà la sarta da Parigi per prendere le misure del vestito di sabato sera, non si arrabbi, il vestito le starà benissimo. 

Sarà in forma smagliante, ogni donzella vorrebbe essere accompagnata da lei. 

Non sia preoccupato, può chiedere consiglio alle gentil fanciulle invitate. 

I migliori fiorai e pasticceri saranno a sua disposizione per ogni esigenza grazie alla sua perfetta istruzione e cultura potrà deliziarle con versi d’amore senza adularla eccessivamente. 

Al calar del sole lei signorino non è tenuto a consumare una cena umile e non deve coricarsi su un letto trasandato, come è costretto a fare la gente comune. 

A lei che è figlio degli dei, a lei, nostro messia, sarà concessa una strada diversa. 

Ha passato la notte fra feste in discoteca, bevande ricche e inebrianti, dolci fanciulle, per poi tornare a casa sulla sua limousine dorata. Ad aspettarlo c’era una tavola molto imbandita con vivande e champagne pregiati. 

Alla fine, dopo questa giornata faticosa, il sonno la attenderà mio signore, su un morbido materasso avvolto da lenzuola di velluto… 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *